Skip to main content

Conto alla rovescia verso la Convention

Le dolcezze delle isole Hawaii

Quando sarete a Honolulu per la Convention del Rotary International, 6-10 giugno, ricordatevi sempre di lasciare un po’ di spazio per il dolcet. Perché le Isole Hawaii hanno in serbo per voi qualche cosa di dolce.

Quando sarete a Honolulu per la Convention del Rotary International, 6-10 giugno, ricordatevi sempre di lasciare un po’ di spazio per il dolcet. Perché le Isole Hawaii hanno in serbo per voi qualche cosa di dolce.

Lo shave ice (se lo chiamate shaved ice o snow cone, tutti capiscono subito che non siete di qui) è stato portato alle Hawaii dagli immigrati venuti dal Giappone, e si ispira a una ghiottoneria gelata giapponese chiamata kakigōri: piccole schegge tagliate a mano da un blocco di ghiaccio, disposte in mucchietti di delicati cristalli e profumate con succhi di frutti tropicali.

Ai nostri giorni il ghiaccio in genere è tritato a macchina ed è spesso servito sopra al gelato, a dare un tocco di piacere in più. I gusti vanno da quelli tipici locali come papaya, litchi e ananas ai più esotici (per le Hawaii) amarena, mela e cioccolato.

Se invece preferite i dolci fritti, potete godervi le malasadas, portate sulle isole da immigrati portoghesi. Nelle Hawaii, sono bomboloni o ciambelle di ricca pasta lievitata (con tante uova, burro, e a volte latte in polvere o intero) con un ripieno per esempio di crema pasticcera, crema al cocco o al cioccolato, o guaiava.

Qualunque sia il vostro dolce preferito, provate ad assaggiare i vari tipi offerti dalle numerose botteghe: troverete spesso delle gustose specialità della casa.

— HANK SARTIN

L’articolo è tratto dal numero di dicembre 2019 di The Rotarian.

Quando sarete a Honolulu per la Convention del Rotary International, 6-10 giugno, ricordatevi sempre di lasciare un po’ di spazio per il dolcet. Perché le Isole Hawaii hanno in serbo per voi qualche cosa di dolce.