Struttura organizzativa

Il Rotary è costituito da tre componenti: al centro dell'organizzazione vi sono i Rotary club, sostenuti dal Rotary International e dalla Fondazione Rotary.

I Rotary club riuniscono persone impegnate, interessate a scambiare idee, a stringere legami professionali e d'amicizia e a partecipare a progetti di servizio alla comunità.

Il Rotary International supporta i Rotary club di tutto il mondo aiutandoli con il coordinamento dei progetti, con campagne di informazione e con altre iniziative  di rilevanza globale.

La Fondazione Rotary fornisce assistenza finanziaria ai progetti promossi dai Rotariani e dalle organizzazioni partner  nel mondo. Non avendo scopo di lucro, la Fondazione è sostenuta esclusivamente dalla generosità dei Rotariani e di altri sostenitori che ne condividono gli ideali di un mondo migliore.

Insieme i Rotary club, il Rotary International e la Fondazione Rotary collaborano a iniziative volte a migliorare nel lungo termine le condizioni di vita nelle comunità di tutto il mondo.

I nostri partner

Collaborando con altre organizzazioni, il Rotary riesce a conseguire risultati ben maggiori di quelli che si otterrebbero se ciascuno di noi agisse individualmente: un fenomeno che abbiamo definito "effetto Rotary". Tra i nostri partner, che vanno dai banchi alimentari alle maggiori organizzazioni umanitarie, vi sono:

Vorresti collaborare con un Rotary club locale o con un'organizzazione internazionale?

Per maggiori informazioni visita Il mio Rotary

La dirigenza

Che qualità deve avere un dirigente del Rotary? Integrità, esperienza e impegno nel servire: tutte caratteristiche che contraddistinguono i nostri soci e che sono indispensabili per i nostri dirigenti. Tra gli alti dirigenti del Rotary vi sono il presidente internazionale (scelto per elezione) e il Consiglio centrale a capo del Rotary International; il presidente degli Amministratori e il Consiglio di Amministrazione a capo della Fondazione Rotary; e il segretario generale e lo staff manageriale, che si occupano della gestione a lungo termine dell'organizzazione. I club eleggono i propri dirigenti.


Il presidente internazionale

K. R. Ravindran desidera passare il suo anno d'incarico da Presidente del Rotary "a pagare in avanti"'. "Il mio mio grande impegno nel Rotary è dovuto anche al fatto di esser stato aiutato da tante persone, e spesso non è possibile ripagare coloro che ci hanno dato tanto. L'unico modo per farlo è aiutare il prossimo", spiega il Presidente del RI. Ravindran porta gli ideali del Rotary nella sua azienda. I suoi impiegati traggono benefici dalle sovvenzioni equiparate dell'impresa per progetti comunitari con particolare attenzione all'acqua e alle strutture igienico-sanitarie nelle scuole. "Posso personalmente confermare l'abilità della nostra organizzazione di mischiare business con buone cause, amicizia e servizio, sapendo per esperienza personale che ognuno di noi viene sollevato mentre aiuta a sollevare il prossimo", afferma il Presidente RI 2015/2016, socio del Rotary club di Colombo. 

Consiglio centrale


Il Presidente degli Amministratori

La relazione di Ray Klinginsmith con il Rotary è cominciata oltre cinquanta anni fa, con oltre un anno di esperienza in Africa come Borsista degli Ambasciatori del Rotary. Al rientro in patria, il suo dentista, che era il presidente del Rotary club del posto, lo invità ad affiliarsi al Rotary. Socio del Rotary Club di Kirksville, Missouri, Klinginsmith è stato il Presidente del RI nel 2010/2011; Amministratore della Fondazione Rotary dal 2012, sarà il Presidente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione nel 2015/2016. Secondo il Presidente Klinginsmith, "è incredibilie pensare che, in 200 Paesi e aree geografiche, è possibile avere 33.000 unità della stessa organizzazione, tutte con le stesse regole. Siamo uniti dallo spirito del Rotary, e si tratta di un fenomeno veramente eccezionale".

Consiglio di Amministrazione


Il Segretario generale

John Hewko, Segretario generale del Rotary International dal 2011, dirige uno staff di 800 persone con uffici internazionali in otto Paesi. lI suo impegno nel Rotary non si limita all'ambito lavorativo. Hewko ha contribuito a fondare il Rotary Club Kyiv (Ucraina), ha partecipato a campagne d'immunizzazione antipolio in India e ha rappresentato il Rotary al Forum Economico Mondiale. Nel 2012 e nel 2013, Hewko ha partecipato al Tour de Tucson, in Arizona, percorrendo 178 km in bici per raccogliere fondi per l'eradicazione della polio. Hewko e i Rotariani hanno raccolto 730.000 dollari grazie all'ultimo tour ciclistico dedicato a lui. "È stato davvero un onore ricevere il riconoscimento della dedica per il 2013 a nome del Rotary e dei suoi amici sostenitori".

Staff manageriale


Per maggiori informazioni sulla dirigenza visita Il mio Rotary

Per maggiori informazioni sulla nostra struttura visita Il mio Rotary