Skip to main content

Rotary club in Guyana portano i vaccini anti COVID-19 alle comunità remote

Skip to main content

I soci e i funzionari sanitari del governo usano le barche per raggiungere i villaggi nelle profondità della foresta pluviale

a cura di

I soci del Rotary Club di Demerara, Guyana, stanno usando la loro decennale esperienza nella lotta alle malattie per consegnare i vaccini anti COVID-19 e gli aiuti ad una regione remota del Paese sudamericano. Le comunità indigene lì non avrebbero altrimenti accesso al vaccino e rimarrebbero vulnerabili al virus.

I soci del club hanno condotto spedizioni mediche cruciali che penetrano nell'interno densamente boscoso della Guyana per quasi 30 anni. Nel fare ciò, hanno sviluppato una conoscenza dettagliata della zona e dei bisogni particolari dei villaggi che vi si trovano. Le escursioni hanno fatto guadagnare al club Demerara un soprannome tra i Rotary club vicini: "il club del bush".

Quando i vaccini anti COVID-19 sono diventati disponibili all'inizio di quest'anno, il club si è subito attivato, contando sulla familiarità dei soci con la regione per pianificare la logistica e coordinare gli sforzi di consegna. Concentrandosi sui villaggi principalmente indigeni di Muritaro e Malali, il club ha collaborato con il Ministero della Sanità locale e la Commissione di Protezione Civile per immunizzare gli abitanti del villaggio. Le squadre di vaccinazione - composte da soci del club, medici e infermieri locali - hanno raggiunto i villaggi in barca, percorrendo un tratto di 8 km (5 miglia) del fiume Demerara.

Bhageshwar Murli, presidente di club 2020/2021 Demerara, ha detto che sostenere l'equa distribuzione dei vaccini anti COVID-19 alle comunità meno servite è stata una scelta naturale per il club.

"Il nostro club era molto motivato ed entusiasta di essere coinvolto in questo particolare sforzo, poiché coincideva con quello che facciamo spesso come club", ha detto Murli.

I soci del Rotary Club di Demerara, Guyana, e i funzionari sanitari del governo usano le barche per vaccinare gli abitanti dei villaggi nelle profondità delle foreste pluviali del Paese.

Foto a cura di Indira Mattai

A causa delle restrizioni di viaggio della pandemia, gli abitanti del villaggio non potevano andare nelle città vicine per comprare cibo, vestiti, medicine e altri beni di prima necessità. Così il club ha raccolto e distribuito questi articoli come parte dell'iniziativa.

Le squadre di vaccinazione hanno somministrato il COVID-19 a 24 residenti di Malali e 16 residenti di Muritaro. I risultati possono sembrare modesti, ma sono stati duramente conquistati: Lancelot Khan, presidente dei progetti di servizio del club e coordinatore del progetto, dice che l'esitazione del vaccino è un ostacolo in queste comunità.

Il club aveva visitato la regione nel marzo 2020, quando il COVID-19 stava iniziando a diffondersi in Sud America, per consegnare maschere e disinfettante per le mani, secondo Khan. Ma è stato anche il lavoro storico del Rotary nello sforzo globale per l'eradicazione della polio che ha dimostrato agli abitanti dei villaggi il suo impegno nella lotta alle malattie. "Il nostro legame con queste comunità e la storia del nostro impegno contro la polio hanno dato ai residenti la fiducia che il Rotary non li avrebbe abbandonati quando i vaccini anti COVID-19 sono diventati disponibili", ha dichiarato. "La posizione globale del Rotary sulla polio è stata un grande vantaggio".

Durante il viaggio più recente, i membri della squadra hanno fatto appello ai capitani di villaggio (residenti che vengono eletti per rappresentare le comunità) per farsi vaccinare. "I capitani che hanno preso il vaccino hanno mostrato la fiducia necessaria per convincere anche gli altri a prenderlo", dice Khan.

I membri del team hanno distribuito materiale educativo sul vaccino, spiegato i suoi effetti collaterali e risposto alle domande dei residenti. Hanno anche mostrato le foto dei soci del club che hanno fatto l'iniezione per dimostrare la sua sicurezza.

Murli spera che il continuo coinvolgimento del suo club nelle campagne di vaccinazione aumenterà il numero di persone che accettano di fare l'iniezione.

"Noi crediamo che un quadro convincente viene dipinto quando si vede che i Rotariani sono coinvolti nelle campagne di vaccinazione anti COVID-19", ha detto Murli. "Pensiamo che i nostri sforzi possano generare un aumento delle vaccinazioni e della fiducia".

I soci del Rotary stanno proteggendo le comunità contro il COVID-19.

Maggiori informazioni