Skip to main content

Per World Polio Day elogiata la storica partnership e i successi

Skip to main content

Rotary e GPEI mettono la polio sulla soglia dell'eradicazione globale

a cura di Foto di

Dopo 30 anni di azioni coraggiose, risultati storici e battute d'arresto talvolta scoraggianti, il Rotary e i suoi partner della Global Polio Eradication Initiative (GPEI) hanno quasi eradicato la polio. 

Questa innovativa partnership pubblica-privata e le sue strategie innovative sono state celebrate mercoledì durante la VI Giornata Mondiale della Polio del Rotary, tenutasi in Pennsylvania, Stati Uniti, presso il College of Physicians of Philadelphia

  1. Centinaia di partecipanti hanno celebrato World Polio Day al College of Physicians of Philadelphia, Pennsylvania, USA.

  2. Centinaia di partecipanti hanno celebrato World Polio Day al College of Physicians of Philadelphia, Pennsylvania, USA.

  3. Centinaia di partecipanti hanno celebrato World Polio Day al College of Physicians of Philadelphia, Pennsylvania, USA.

  4. Centinaia di partecipanti hanno celebrato World Polio Day al College of Physicians of Philadelphia, Pennsylvania, USA.

Centinaia di persone hanno partecipato di persona, tra cui i rappresentanti dei partner GPEI, e altre migliaia in tutto il mondo hanno guardato l'evento in diretta online. Le giornaliste di Cable News Ashleigh Banfield, conduttrice di "Crime and Justice" su HLN, e  Justice,” e Alex Witt, conduttrice di "Weekends with Alex Witt" sull'emittente MSNBC, hanno moderato l'evento. 

Il presidente della Fondazione Rotary Ron D. Burton ha avviato il programma notando che Filadelfia è il luogo in cui il Rotary, nel corso della sua Convention internazionale del 1988, ha annunciato che all’epoca aveva raddoppiato il suo obiettivo di raccolta fondi di 120 milioni di dollari raccogliendo ben 247 milioni. L'evento ha mostrato la forza del Rotary come un'organizzazione in grado di affrontare la sfida di porre fine alla malattia a livello globale e di guidare una delle iniziative di sanità pubblica più ambiziose della storia, la GPEI. La partnership GPEI comprende gli altri partner GPEI:l'OMS, UNICEF, i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, e la Bill & Melinda Gates Foundation

"Sapevamo che la lotta contro la polio sarebbe stata lunga e avrebbe avuto delle sfide", ha detto Burton. "Ma sapevamo già allora, come sappiamo adesso, che potevamo farcela. Trent'anni fa ero orgoglioso di far parte dell'organizzazione che si era presa l'impegno e fatto la promessa di sradicare la polio".

Dalla sua formazione, la GPEI ha formato e mobilitato milioni di volontari e operatori sanitari, è riuscita ad entrare nelle case non raggiunte prima da altre iniziative sanitarie per immunizzare i bambini, ha fornito cure alle comunità sottoservite e ha standardizzato il monitoraggio globale tempestivo per i casi di polio e poliovirus, un'attività nota anche come sorveglianza.

I risultati sono stati giganteschi. Trent'anni fa, la malattia paralizzante colpiva 350.000 bambini all'anno. A causa delle massicce campagne di vaccinazione in tutto il mondo, i casi sono diminuiti di oltre il 99,9%, fino ai 20 registrati finora quest'anno. La polio, che era endemica in 125 Paesi nel 1988, ora rimane tale solo in tre: Afghanistan, Nigeria e Pakistan. Oltre 2,5 miliardi di bambini sono stati vaccinati e oltre 14 miliardi di dollari sono stati investiti nella lotta per sradicare la malattia in tutto il mondo.

Lea Hegg, senior program officer del team di distribuzione dei vaccini presso la Gates Foundation, ha fornito un aggiornamento sullo stato della polio in tutto il mondo. Nonostante i grandi progressi, restano ancora delle sfide da superare prima di poter cantare vittoria, ha detto in un'intervista video a Mark Wright, conduttore news di una stazione televisiva della NBC a Seattle, Washington, USA.

"Il fatto è che in Pakistan e Afghanistan, dove stiamo ancora osservando dei casi, stiamo affrontando enormi sfide: conflitti e mancanza di sicurezza", ha detto Hegg. "Dobbiamo trovare nuovi modi per risolvere questi problemi".

Ha poi elogiato i coraggiosi operatori volontari che si recano nelle aree a rischio per vaccinare i bambini e le postazioni per la somministrazione delle vaccinazioni nei posti di transito al di fuori di queste aree.

Hegg ha aggiunto: "Abbiamo ancora gli strumenti, abbiamo la determinazione e siamo ancora molto fiduciosi che ce la faremo".

In una sessione di domande e risposte con Witt, la dott. Ujala Nayyar, funzionaria addetta alla sorveglianza dell'OMS nel Punjab, Pakistan, ha discusso dell'importanza di rintracciare il virus mentre è ancora in circolazione. Nayyar ha detto che gli operatori sanitari devono essere un passo avanti rispetto al poliovirus per interrompere la sua trasmissione. Ha anche notato che il Pakistan ha la più grande rete mondiale per la sorveglianza ambientale della polio.

"È un lavoro difficile. Ma abbiamo una rete con funzionari di governo, organizzazioni private e mobilitatori della comunità che trovano casi in ogni città che esaminiamo. Siamo fiduciosi che ogni caso di polio è stato segnalato", ha detto. "C'è stato un enorme successo in Pakistan".

Nayyar ha notato che i casi nel Paese sono aumentati a 306, ma solo quattro casi sono stati identificati finora.

Ina Pinkney, pluripremiata chef, autrice e sopravvissuta alla polio, ha parlato degli effetti duraturi della malattia. Jeffrey Kluger, redattore capo della rivista Time, ha parlato della sua recente esperienza di viaggio in Nigeria con il Rotary per riferire sull'eradicazione della polio.

Uno dei momenti di intrattenimento includeva un'anteprima del documentario del Rotary "Drop to Zero" e una proiezione dell'ultimo filmato di realtà virtuale, "Due gocce speciali".

Banfield ha menzionato diverse attività End Polio Now organizzate dai club per sensibilizzare il pubblico sulla polio e altre iniziative per la lotta all'eradicazione della polio, tra cui una manifestazione a Delhi, India, dove 2.000 soci hanno guidato automobili o biciclette decorate con bandiere e adesivi informativi per la città. In Egitto, i soci del Rotary hanno ospitato un End Polio Festival che comprendeva una gara podistica, donazione del sangue e un concerto che hanno attirato migliaia di persone.

Il Rotary ha contribuito con oltre 1,8 miliardi di dollari all'eradicazione della polio da quando ha avviato il suo programma PolioPlus nel 1985. L'iniziativa ha avuto una buona spinta in agosto quando il Rotary ha annunciato che avrebbe fornito ulteriori sovvenzioni per ulteriori 96,5 milioni di sovvenzioni per aumentare le vaccinazioni e la sorveglianza. La maggior parte dei fondi è stata assegnata ai tre Paesi in cui la polio rimane endemica; Afghanistan (22,9 milioni USD), Nigeria (16,1 milioni USD) e Pakistan (21,7 milioni USD). L'ammontare restante è stato distribuito in 12 Paesi in Africa che sono vulnerabili alla polio.

Il Rotary si è inoltre impegnato a raccogliere 50 milioni di dollari all'anno per un periodo di tre anni per le attività di eradicazione. La Fondazione Bill & Melinda Gates corrisponderà un importo pari a 2 dollari per ogni dollaro donato, che potrebbe portare il totale complessivo a 450 milioni.

Unisciti a noi nella lotta contro la polio

Dona Approfondisci

Guarda l'evento registrato di World Polio Day 2018