Skip to main content

Quando è scoppiata la pandemia di COVID-19, i Rotariani si sono attivati. Ora guardiamo avanti!

Skip to main content

Diciotto mesi fa il mondo si è fermato e per un attimo il Rotary ha fatto lo stesso. A marzo 2020 la rivista ha sospeso la stampa del numero di maggio per includere un messaggio appena scritto dal presidente del RI 2019/2020, Mark Maloney.

"All'inizio di marzo le notizie sul COVID-19 da tutto il mondo si facevano sempre più gravi", ha spiegato. "Abbiamo chiesto a tutti i distretti e Rotary club di ridurre gli incontri in presenza fino a nuovo ordine e di organizzare invece riunioni virtuali". Poi Maloney ha spronato i Rotariani a mettersi d'impegno: "Il mondo sta cambiando rapidamente", ha scritto, "e il Rotary deve adattarsi. La nostra forza e la nostra flessibilità ci aiuteranno a destreggiarci in questa esperienza".

I Rotariani di tutto il mondo hanno risposto all'appello di Maloney. In alcuni casi l'hanno persino anticipato. Quando ormai il numero di maggio era stato consegnato, molti club erano già passati alle riunioni online e soci di tutto il mondo stavano offrendo sostegno sul campo a professionisti sanitari, comunità bisognose e persone a maggiore rischio di contagio.

A giugno 2020 abbiamo pubblicato il nostro primo resoconto sui progetti legati al COVID, mentre a luglio il presidente del RI per l'anno 2020/2021, Holger Knaack, ha puntualizzato nel suo primo messaggio sulla rivista che "ogni grande sfida è un'opportunità di crescita e rinnovamento". Nello stesso numero abbiamo spiegato in che modo il Rotary e i suoi partner dell'Iniziativa globale per l'eradicazione della polio stavano rispondendo alla pandemia attingendo dalla propria esperienza, mentre ad agosto abbiamo raccontato le storie personali di 10 operatori in prima linea di tutto il mondo, nove Rotariani e un Rotaractiano che, nonostante i grandi rischi che correvano, si sono fatti avanti per offrire assistenza, conforto e sostegno.

  1. Incoraggiati da tre presidenti consecutivi del Rotary International (Mark Maloney, Holger Knaack e Shekhar Mehta) e grazie a circa 35 milioni di dollari di sovvenzioni dalla Fondazione Rotary, Rotariani e Rotaractiani di tutto il mondo si sono fatti avanti per offrire un'ampia gamma di servizi, materiali e informazioni essenziali per aiutare, consigliare e dare conforto alle persone durante la pandemia di COVID-19. "Ogni grande sfida è un'opportunità di crescita e rinnovamento", ha dichiarato Knaack.

    Foto di: Teresa Mendoza Palma.

  2. Incoraggiati da tre presidenti consecutivi del Rotary International (Mark Maloney, Holger Knaack e Shekhar Mehta) e grazie a circa 35 milioni di dollari di sovvenzioni dalla Fondazione Rotary, Rotariani e Rotaractiani di tutto il mondo si sono fatti avanti per offrire un'ampia gamma di servizi, materiali e informazioni essenziali per aiutare, consigliare e dare conforto alle persone durante la pandemia di COVID-19. "Ogni grande sfida è un'opportunità di crescita e rinnovamento", ha dichiarato Knaack.

    Foto di: Bill Glader.

  3. Incoraggiati da tre presidenti consecutivi del Rotary International (Mark Maloney, Holger Knaack e Shekhar Mehta) e grazie a circa 35 milioni di dollari di sovvenzioni dalla Fondazione Rotary, Rotariani e Rotaractiani di tutto il mondo si sono fatti avanti per offrire un'ampia gamma di servizi, materiali e informazioni essenziali per aiutare, consigliare e dare conforto alle persone durante la pandemia di COVID-19. "Ogni grande sfida è un'opportunità di crescita e rinnovamento", ha dichiarato Knaack.

    Foto di: Teresa B. Watson.

  4. Incoraggiati da tre presidenti consecutivi del Rotary International (Mark Maloney, Holger Knaack e Shekhar Mehta) e grazie a circa 35 milioni di dollari di sovvenzioni dalla Fondazione Rotary, Rotariani e Rotaractiani di tutto il mondo si sono fatti avanti per offrire un'ampia gamma di servizi, materiali e informazioni essenziali per aiutare, consigliare e dare conforto alle persone durante la pandemia di COVID-19. "Ogni grande sfida è un'opportunità di crescita e rinnovamento", ha dichiarato Knaack.

    Foto di: Prince Kotoko.

  5. Incoraggiati da tre presidenti consecutivi del Rotary International (Mark Maloney, Holger Knaack e Shekhar Mehta) e grazie a circa 35 milioni di dollari di sovvenzioni dalla Fondazione Rotary, Rotariani e Rotaractiani di tutto il mondo si sono fatti avanti per offrire un'ampia gamma di servizi, materiali e informazioni essenziali per aiutare, consigliare e dare conforto alle persone durante la pandemia di COVID-19. "Ogni grande sfida è un'opportunità di crescita e rinnovamento", ha dichiarato Knaack.

    Foto di: B M Imranul Islam EMU & M Khairul Alam, Distretto 3281.

Da allora, abbiamo continuato a raccontare i progetti rapidi e creativi con cui i club hanno reagito alla pandemia, molti dei quali finanziati attraverso sovvenzioni della Fondazione Rotary: a giugno, finanziamenti con sovvenzioni globali pari a più di 27 milioni di dollari erano stati destinati direttamente agli interventi in risposta al COVID-19, oltre a quasi 8 milioni di sovvenzioni Risposta ai disastri.

Il Rotary si è adattato, proprio come avevano assicurato Maloney e Knaack.E nonostante la pandemia, i Rotariani e i Rotaractiani hanno continuato a fare la differenza: abbiamo festeggiato la fine del poliovirus selvaggio in Africa. Abbiamo adottato una nuova area d'intervento: l'ambiente. E all'inizio dell'anno, abbiamo accolto il gruppo inaugurale di borsisti della pace del primo Centro della pace africano del Rotary.

  1. I soci del Rotary hanno offerto servizi professionali e di volontariato e hanno sostenuto le campagne di vaccinazione e incoraggiato gli altri dando il buon esempio. I club hanno fornito mascherine e altri DPI, kit per i tamponi, materiali educativi, apparecchiature di diagnostica, cannule per l'intubazione, respiratori, igienizzanti mani, articoli per l'igiene personale e altri beni indispensabili, come cibo e acqua. Hanno aiutato i rifugiati e i senzatetto e hanno offerto corsi di formazione professionale alle persone in cerca di un'occupazione. Attraverso seminari online, aggiornamenti sui social media e altri mezzi, i club si sono dimostrati una fonte di informazioni affidabile sui vaccini e altri argomenti relativi alla pandemia.

    Foto di: B M Imranul Islam EMU & M Khairul Alam, Distretto 3281.

  2. I soci del Rotary hanno offerto servizi professionali e di volontariato e hanno sostenuto le campagne di vaccinazione e incoraggiato gli altri dando il buon esempio. I club hanno fornito mascherine e altri DPI, kit per i tamponi, materiali educativi, apparecchiature di diagnostica, cannule per l'intubazione, respiratori, igienizzanti mani, articoli per l'igiene personale e altri beni indispensabili, come cibo e acqua. Hanno aiutato i rifugiati e i senzatetto e hanno offerto corsi di formazione professionale alle persone in cerca di un'occupazione. Attraverso seminari online, aggiornamenti sui social media e altri mezzi, i club si sono dimostrati una fonte di informazioni affidabile sui vaccini e altri argomenti relativi alla pandemia.

    Foto di: Scott Franklin.

  3. I soci del Rotary hanno offerto servizi professionali e di volontariato e hanno sostenuto le campagne di vaccinazione e incoraggiato gli altri dando il buon esempio. I club hanno fornito mascherine e altri DPI, kit per i tamponi, materiali educativi, apparecchiature di diagnostica, cannule per l'intubazione, respiratori, igienizzanti mani, articoli per l'igiene personale e altri beni indispensabili, come cibo e acqua. Hanno aiutato i rifugiati e i senzatetto e hanno offerto corsi di formazione professionale alle persone in cerca di un'occupazione. Attraverso seminari online, aggiornamenti sui social media e altri mezzi, i club si sono dimostrati una fonte di informazioni affidabile sui vaccini e altri argomenti relativi alla pandemia.

    Foto di: Flavio Bomfim.

  4. I soci del Rotary hanno offerto servizi professionali e di volontariato e hanno sostenuto le campagne di vaccinazione e incoraggiato gli altri dando il buon esempio. I club hanno fornito mascherine e altri DPI, kit per i tamponi, materiali educativi, apparecchiature di diagnostica, cannule per l'intubazione, respiratori, igienizzanti mani, articoli per l'igiene personale e altri beni indispensabili, come cibo e acqua. Hanno aiutato i rifugiati e i senzatetto e hanno offerto corsi di formazione professionale alle persone in cerca di un'occupazione. Attraverso seminari online, aggiornamenti sui social media e altri mezzi, i club si sono dimostrati una fonte di informazioni affidabile sui vaccini e altri argomenti relativi alla pandemia.

    Foto di: B M Imranul Islam EMU & M Khairul Alam, Distretto 3281.

  5. I soci del Rotary hanno offerto servizi professionali e di volontariato e hanno sostenuto le campagne di vaccinazione e incoraggiato gli altri dando il buon esempio. I club hanno fornito mascherine e altri DPI, kit per i tamponi, materiali educativi, apparecchiature di diagnostica, cannule per l'intubazione, respiratori, igienizzanti mani, articoli per l'igiene personale e altri beni indispensabili, come cibo e acqua. Hanno aiutato i rifugiati e i senzatetto e hanno offerto corsi di formazione professionale alle persone in cerca di un'occupazione. Attraverso seminari online, aggiornamenti sui social media e altri mezzi, i club si sono dimostrati una fonte di informazioni affidabile sui vaccini e altri argomenti relativi alla pandemia.

    Foto di: Teresa Mendoza Palma.

Tutto ciò che abbiamo dovuto affrontare nell'ultimo anno, durante il quale abbiamo raccolto nuove sfide e acquisito nuove competenze, ci ha cambiati. Lo stesso vale per il Rotary, e di certo i cambiamenti non sono finiti. Ma come ci ha ricordato due mesi fa il presidente del RI Shekhar Mehta nel suo primo messaggio rotariano ai soci: "Nessuna sfida è troppo grande per i Rotariani".

Cinque modi per arrestare la diffusione del COVID-19 nella vostra comunità

 

  1. Sensibilizzate l'opinione pubblica riguardo all'importanza del vaccino

    All'ultima settimana di giugno, solo l'1% della popolazione nigeriana aveva ricevuto almeno una dose di vaccino contro il COVID-19. Il Paese, dove le scorte latitano, ha ricevuto le sue prime 4 milioni di dosi solo a marzo grazie al programma di condivisione dei vaccini COVAX. Nel frattempo, i Rotariani del Paese stanno sfruttando le conoscenze acquisite durante il lavoro di eradicazione della polio per promuovere l'importanza dei vaccini contro il COVID-19 presso leader politici, operatori sanitari, media e leader tradizionali e religiosi. Stanno raggiungendo la popolazione generale attraverso campagne informative sui social media, in TV e alla radio, oltre che con annunci di pubblico servizio trasmessi nelle piazze.

  2. Sostenete una distribuzione equa e giusta dei vaccini

    Da decenni il Rotary Club di Demerara, in Guyana, conduce missioni mediche in parti remote del Paese, grazie alle quali i soci hanno visto di persona quali sono le esigenze delle comunità di queste zone. A marzo, in collaborazione con il Ministero della Salute e con la Commissione della protezione civile del Paese, i soci del club hanno consegnato via mare i vaccini contro il COVID-19 ai villaggi indigeni di Muritaro e Malali. Tra i membri della comunità che hanno ricevuto i vaccini c'erano i leader tradizionali, che hanno dato il buon esempio agli altri. "Per via dei legami e della storia che abbiamo con queste comunità grazie alle iniziative anti-polio, gli abitanti avevano la certezza che il Rotary non li avrebbe abbandonati quando i vaccini contro il COVID-19 sarebbero stati disponibili", racconta il socio Lancelot Khan.

  3. Contrastate la titubanza nei confronti dei vaccini con informazioni concrete e accurate

    La campagna vaccinale di Singapore procede speditamente, ma diverse frange della popolazione sono ancora titubanti. II Rotary club della città ha lavorato a fianco della Saw Swee Hock School of Public Health dell'Università di Singapore per lanciare un programma di sensibilizzazione in materia di sanità pubblica. Oltre a organizzare un webinar per rispondere alle domande del pubblico, l'università ha allestito un workshop per fornire a Interactiani, Rotaractiani e Rotariani le competenze e le capacità per sfatare falsi miti e dimostrare alle comunità la sicurezza dei vaccini.

  4. Incoraggiate le persone a indossare le mascherine e a seguire pratiche igieniche corrette

    Dato il numero limitato di vaccini disponibili, questa primavera il Pakistan ha affrontato una terza ondata di casi di COVID-19. Il Centro risorse per la polio di Bannu, sostenuto dal Rotary, sta attingendo alla propria esperienza per insegnare alla comunità come lavarsi correttamente le mani e usare altre misure precauzionali contro la trasmissione. Alla sessione di maggio condotta da professionisti sanitari hanno partecipato più di 25 donne.

  5. Sostenete gli sforzi di distribuzione dei vaccini delle agenzie sanitarie

    Nella prima parte dell'anno, i Rotariani del distretto 2060 (Italia) sono diventati partner fondamentali del governo nell'allestimento di poli vaccinali. A gennaio, a nemmeno una settimana da un primo appello ai volontari, si erano fatti avanti più di 150 Rotariani e Rotaractiani, tra cui medici, infermieri, paramedici, avvocati e un notaio per la parte burocratica. Essendo rimaste favorevolmente colpite, le autorità sanitarie di Verona hanno incaricato il distretto di occuparsi di tutte le attività di volontariato della zona relative ai vaccini contro il COVID-19, come prendere appuntamenti, assegnare i turni e compilare rapporti sui dati. Alla fine di maggio, avevano partecipato oltre 700 volontari ed erano stati vaccinati più di 300.000 abitanti della regione.

Questo articolo è stato pubblicato nel numero di settembre 2021 della rivista Rotary.

I club stanno combattendo contro il COVID-19

Approfondisci

Contenuti correlati

Il Rotary risponde al Covid-19

Rotary club della Guyana porta i vaccini per COVID-19 alle comunità remote

Coping with the unexpected: Rotary Youth Exchange and COVID-19