Skip to main content

In bici per l'India, per sostenere l'eradicazione della polio 

Due giovani ciclisti di Bangalore, in India, stanno percorrendo 20.000 chilometri attraverso l'India per accrescere la consapevolezza sull'eradicazione della polio e attirare l'attenzione sull’opera svolta dal Rotary nelle comunità di tutto il mondo.

MJ Pavan e Bhagyashree Sawant, entrambi soci del Rotaract Club di Bangalore Orchards, attraversano l’India in bici.

MJ Pavan e Bhagyashree Sawant, entrambi soci del Rotaract Club di Bangalore Orchards, hanno cominciato il loro viaggio di sei mesi all'inizio di ottobre partendo da Leh, una città dell’Himalaya, e prevedono di arrivare trionfalmente nella loro città natale di Bangalore a marzo. Lungo il percorso, hanno intenzione di visitare 400 scuole rurali e governative, parlando agli studenti dell'importanza delle immunizzazioni contro la polio e altre malattie e promuovendo le buone abitudini dell’igiene.

Con l'aiuto dei Rotary club del loro distretto, vogliono, inoltre, stabilire un record mondiale per il percorso più lungo in bici nello dello stesso Paese, una mossa mirata ad attirare l’attenzione dei media per la Giornata Mondiale della Polio del 24 ottobre, e in futuro.

Jeep India, una filiale di Fiat Chrysler Automobiles, ha accettato di sponsorizzare la loro impresa inviando una Jeep Compass al loro seguito con lo staff addetto a pubblicare aggiornamenti sul loro progresso sui social media.

"Vogliamo senz’altro migliorare l'immagine pubblica del Rotary", ha dichiarato Sawant. "Circa un terzo della popolazione dell’India conosce il Rotary".

Per Pavan, sapere che l'India è senza polio ma che la malattia potrebbe ritornare in qualsiasi momento, è una delle cose che lo motiva.

  • 20000.00 km
  • 400.00 scuole
  • 200.00 giorni

"Oggi posso dire di poter stare sulle mie due gambe grazie agli sforzi dei soci del Rotary miranti ad eradicare la polio", ha continuato a dire. "Dobbiamo contraccambiare il favore. Sono rimasto molto entusiasta quando l'India è stata dichiarata libera dalla polio, ma sarò ancora più felice quando la malattia verrà eliminata da tutto il mondo".

Entrambi non sono nuovi all'avventura. Sawant, che ha conseguito un master in Psicologia presso il Surana College, è una ciclista alpinista, nazionale, giocatore di rugby nazionale e combattente internazionale di karate. Ha salito per due volte l’Everest raggiungendo gli 8.000 metri di quota ed è stata alla guida di una spedizione di 16 scalatori provenienti da cinque Paesi nel 2010.

Pavan, ingegnere meccanico, è un giocatore del badminton nazionale e percorre regolarmente 60 km in bici ogni giorno. In passato ha percorso 1.400 km, da Delhi a Leh, in 14 giorni raggiungendo l’alta quota.

Durante il loro viaggio di sei mesi, percorreranno, in media, circa 110 km al giorno attraversando vari tipi di terreno e facendo tre soste al giorno per visitare lungo la via scuole, Rotary club e Rotaract club.

Oltre all'eradicazione della polio, i due promuoveranno anche l'alfabetizzazione e condurranno una valutazione di ogni scuola visitata, analizzando lo stato delle strutture igienico-sanitarie, l’igiene praticata e la qualità dell'istruzione.

"Oltra all'eradicazione della polio, l'alfabetizzazione è molto importante nel mio Paese", spiega Sawant.

I soci dei Rotaract club che visiteranno lungo la via sono invitati ad unirsi a loro per tratti di cinque chilometri, per contribuire a celebrare il 50° anniversario del Rotaract che ricorre durante quest’anno rotariano.

"Chiediamo loro di unirsi a noi, e far parte del nostro viaggio", ha dichiarato Sawant. "Non vogliamo che questa impresa sia solo nostra".

Unisciti a noi per World Polio Day

Approfondisci