Grande successo delle conferenze presidenziali in India e Uganda

Rotaractiani presso la Conferenza presidenziale Nuove Generazioni a Chennai, India, hanno organizzato l'evento per stabilire un nuovo primato mondiale. Un numero complessivo di 7.084 persone ha preso parte alla manifestazione con la quale si è stabilito un nuovo primato Guinness.
Referenze foto per gentile concessione di Ramkumar Raju
Il Presidente del Rotary International Ron Burton insieme ai Rotariani e Rotaractiani dell'India aiuta a stabilire il nuovo primato mondiale Guinness ricreando la più grande immagine di una mano formata da un gruppo di persone.
Referenze foto per gentile concessione di Ramkumar Raju
Winfred Karungi (centro) insieme ai colleghi Rotaractiani presso una località in cui hanno svolto un progetto di servizio durante la Conferenza presidenziale Nuove Generazioni a Kampala.
Referenze foto per gentile concessione di Winfred Karungi
Partecipanti alla Conferenza presidenziale Nuove Generazioni a Kampala, Uganda, dal centro verso destra, Presidente RI Ron Burton, Jetta Burton, Susanne Knaack e Consigliere RI Holger Knaack.
Referenze foto per gentile concessione di Winfred Karungi

Ramkumar Raju (India) e Winfred Karungi (Uganda) non si sono mai incontrati, ma hanno molto in comune. Sono entrambi soci del Rotaract club e sono rappresentanti distrettuali Rotaract. Sono anche promettenti giovani leader della comunità che hanno aiutato ad organizzare Conferenze presidenziali Nuove Generazioni nei loro Paesi, reduci da grandi successi.

Il Presidente del Rotary Internazionale Ron Burton ha presieduto le conferenze che si sono svolte a Chennai ad ottobre e a Kampala nel mese di novembre. (Una terza conferenza si è svolta a Rosario, Argentina , a marzo). L'obiettivo di queste conferenze internazionali era di riunire i giovani leader della comunità e i soci del Rotary per condividere lo loro idee su come attrarre nuovi soci e coinvolgere i giovani.

Raju, socio del club Madras Central Rotaract, e Karungi, socio del club Kampala City, sono stati invitati dai Rotariani delle loro aree a far parte della commissione per la pianificazione delle conferenze. Entrambi hanno descritto l'esperienza come una grande opportunità di apprendimento. "Ho acquisito esperienza con il processo decisionale e le comunicazioni, come lavorare nell'ambito di una squadra e gestire situazioni cruciali, e infine, ho conosciuto la forza del Rotary ", ha spiegato Raju.

Karungi ha raccontato di aver migliorato anche i suoi rapporti con i soci del Rotary nel suo Paese e ha imparato che "con un'appropriata pianificazione, si può fare di tutto, realizzare perfino una grande impresa come l'organizzazione di una conferenza, un progetto di servizio o una cena per il presidente Burton".

Migliorare le comunità

Ciascuna conferenza includeva una componente dedicata al servizio alla comunità. I Rotaractiani dell'India hanno scelto progetti incentrati sull'istruzione e sulla prevenzione delle malattie. Hanno raccolto migliaia di libri donati che saranno usati per creare biblioteche in zone rurali. Hanno anche raccolto più di 300 fiale di sangue; hanno svolto delle sessioni educative sulla rosolia affidate a un gruppo di medici del posto e hanno offerto vaccinazioni gratuite.

In Uganda, i soci del Rotaract hanno concentrato i loro sforzi sulla lotta alle malattie prevenibili e sulla promozione della salute infantile e materna . Lavorando da vicino con i leader della comunità locale, hanno organizzato una campagna di sensibilizzazione per il lavaggio delle mani e hanno impartito lezioni sulla produzione del sapone, oltre a distribuire zanzariere ai bambini e alle donne incinte, hanno svolto raccolte di sangue e hanno offerto lo screening per i tumori dell'utero.

"Abbiamo formato delle commissioni per identificare progetti Rotaract che il Presidente Burton avrebbe potuto visitare e ci siamo impegnati per assicurare la partecipazione alla conferenza di almeno 1.000 persone. Alla fine siamo riusciti ad avere quasi 3.000 partecipanti", secondo Karungi.

Guinness dei Primati

I Rotaractiani dell'India hanno avuto tempo per affrontare un'altra sfida mondiale, stabilire un nuovo primato Guinness. Raju e i suoi colleghi Rotaractiani hanno organizzato l'evento per "creare la più grande mano del mondo". Un totale complessivo di 7.084 persone hanno partecipato alla manifestazione nell'ambito della quale hanno stabilito un primato Guinness per aver ricreato la più grande immagine di una mano raggruppando una folla che alzava la mano, simbolo del tema dell'anno: Siamo noi il cambiamento.

"Abbiamo sempre avuto l'idea di stabilire un nuovo primato mondiale ma non avevamo i fondi", ha spiegato Raju ". I.S.A.K. Nazar (governatore eletto del Distretto 3230 da Chennai ) ci aveva incoraggiato a provarci. Con l'aiuto del Rotary, siamo riusciti a soddisfare tutti i requisiti e abbiamo ottenuto la certificazione".

Anche se non sono riusciti a stabilire nuovi record mondiali a Kampala, Karungi ha dichiarato che per lei parlare con il Presidente Burton è stato il momento clou della conferenza. "Sono stata in grado di sentire le sue opinioni sul Rotary e su come i giovani possono avere un impatto nelle loro comunità", ha detto.

Rivolgendosi ai partecipanti della conferenza, Karungi ha condiviso la sua trasformazione in una giovane professionista desiderosa di servire la sua comunità attraverso Rotaract. "Visitate un Rotary club oggi stesso per avere la possibilità di trasformare la vostra vita in un modo che non avete mai potuto immaginare possibile", ha detto.

Pianifica adesso la tua partecipazione alla Celebrazione presidenziale Nuove Generazioni a Sydney
Leggi il blog di Raju 
Condividi la tua storia di successo delle Nuove Generazioni nel gruppo di discussione dei Rotariani di tutto il mondo

Rotary News

19-Mar-2014
RSS