Modello di finanziamento della Fondazione Rotary: 10 cose da sapere

Mi sono occupato dello sviluppo del modello di finanziamento della Fondazione e ho seguito da vicino le questioni sollevate nei social media e altrove. Il nuovo modello è stato sviluppato perché la nostra capacità di continuare a "fare del bene nel mondo" dipende in gran parte dalla stabilità finanziaria a lungo termine della nostra Fondazione. Nell'interesse di una migliore comunicazione e comprensione dei cambiamenti, ecco 10 punti importanti da conoscere sul nuovo modello che entrerà in vigore dal 1º luglio 2015.

1. Un beneficio per Rotariani e club

La forza del Rotary si basa sul talento e sulla dedizione dei suoi soci e club. La recente recessione economica ha dimostrato che la nostra Fondazione Rotary deve avere adeguati fondi di riserva per evitare l'eliminazione di programmi e servizi nei periodi con bassi utili da investimento. Inoltre, la crescente volatilità dei mercati finanziari ha sottolineato la necessità di avere un adeguato livello dei fondi di riserva. Il nuovo modello di finanziamento serve per assicurare la disponibilità delle risorse necessarie per sostenere l'operato dei Rotariani sia ora che in futuro. La normativa attuale della Fondazione stabilisce la disponibilità di un ammontare di fondi di riserva sufficiente a sostenere le spese operative per un periodo triennale.

2. Le donazioni al Fondo PolioPlus non sono impattate in alcun modo

3. Le donazioni al Fondo di dotazione non sono impattate in alcun modo

4. I Fondi di Designazione Distrettuale non sono impattati in alcun modo

5. Il 5% dei fondi del Fondo mondiale destinato al Fondo annuale viene accantonato

Dopo l'investimento delle donazioni al Fondo annuale, il 50% delle donazioni continuerà ad essere destinato ai Fondi di Designazione Distrettuale (FODD) e il 50% al Fondo mondiale. Il 5% di fondi che verrà accantonato per aiutare a coprire le spese operative della Fondazione sarà prelevato dal Fondo mondiale; tuttavia, i fondi saranno utilizzati solo se servono per pagare le spese o per finanziare in pieno le riserve operative. Se non servono per questa finalità, i fondi possono restare nel Fondo mondiale per destinarli alle sovvenzioni.

6. Accantonamento del 5% delle donazioni in contanti per le sovvenzioni globali

In base al sistema attuale, le donazioni in contanti da destinare a una sovvenzione di club e distretto richiedono la loro gestione, ma non è previsto nessun investimento per affrontare i costi gestionali, in quanto i fondi non sono trattenuti dalla Fondazione per un certo periodo di tempo e, di conseguenza, non generano utili da investimento. Il 5% detratto dalle donazioni in contanti e destinato alle sovvenzioni globali aiuterà a sostenere i costi d'elaborazione, ecc. Non è insolito per tanti club finanziare una singola sovvenzione globale, e alcuni club includono i contributi da parte di molti soci e questo richiede di espletare la pratica per il riconoscimento dei donatori per la donazione effettuata. Inoltre, le donazioni in contanti potrebbero richiedere la conversione in una delle 28 valute ufficiali del Rotary e trasferite poi ad una banca internazionale per poter procedere alla realizzazione del progetto.

7. Accantonamento, fino al 10%, delle donazioni aziendali

La destinazione dei fondi donati dalle aziende, fino ad un massimo del 10%, per le spese operative fa parte della comune prassi adottata nel mondo delle organizzazioni di beneficenza. Grazie a tali donazioni, la Fondazione può incrementare il finanziamento dei progetti che rientrano nelle nostre aree d'intervento. Il nostro impegno per l'eradicazione della polio, ad esempio, ha beneficiato notevolmente dal sostegno da parte della Bill & Melinda Gates Foundation. Fino al 10% di queste donazioni servirà a coprire le nostre spese amministrative, che si traduce in una maggiore disponibilità di fondi da destinare al finanziamento delle sovvenzioni di club e distretti.

8. Piano di comunicazione

Gli amministratori hanno riconosciuto che una comunicazione aperta e trasparente promuove il continuo sostegno e coinvolgimento dei Rotariani nei programmi della Fondazione. La prima azione prevista dal piano di comunicazione è stata l'annuncio sul sito web rotary.org insieme al link alla pubblicazione Assicurare il futuro della nostra Fondazione. A breve, seguiranno altre informazioni sui vari media del Rotary.

9. Formazione e risorse sono in via di sviluppo

Al momento stiamo aggiornando i manuali di formazione per dirigenti e commissioni a livello di club e distretto. Inoltre, sono in via di sviluppo webinar e moduli autodidattici. Per maggiori dettagli, contattare fundingmodel@rotary.org.

10. La Fondazione ha un comprovato record di buona gestione finanziaria e trasparenza

Charity Navigator e altre agenzie di monitoraggio indipendenti hanno regolarmente assegnato un alto punteggio nelle loro valutazioni sulla gestione finanziaria della Fondazione Rotary. Per maggiori informazioni leggere Finanze e valutazione della Fondazione.

Per domande o commenti inviare un'email a fundingmodel@rotary.org.

Mi auguro che la Fondazione Rotary continui ad essere la vostra organizzazione di beneficenza preferita. Ogni donazione è importante ed è molto apprezzata. I progetti e le opere che realizziamo insieme come Rotariani hanno la capacità di cambiare vite.

Rotary News

19-Jun-2014
RSS