Rotary: Nessun bambino dovrebbe più soffrire di fame

The millions of pounds of food that go to waste every year could ease hunger around the world. See how one Rotary project is working to solve a perennial problem.

La fame colpisce ogni comunità, nazione e regione del mondo. Questo è un problema senza facili soluzioni. A Rotary, cerchiamo di usare le vaste risorse dal nostro effettivo e dalle nostre partnership con organizzazioni come la Global FoodBanking Network per cercare nuovi approcci e trovare risposte innovative al problema. Nella seguente lettera al sito web ufficiale della World Food Day, il Segretario generale del Rotary, John Hewko, parla delle motivazioni del Rotary:

Fame. Carestia. Inedia. Malnutrizione. Così come la World Food Day (16 ottobre) ricorda a tutti noi, non ci sono parole facili per descrivere la triste realtà di circa 870 milioni di persone nel nostro pianeta che soffrono di fame cronica. Putroppo, una buona parte degli affamati sono bambini, i cui corpi e menti non ricevono il nutrimento necessario per crescere sani, e diventare dei sani adulti.

Si tratta di un problema davvero globale, che colpisce le comunità dei Paesi in via di sviluppo e anche nei Paesi del resto del mondo, dove un numero molto elevato di famiglie fa fatica ogni giorno a mettere cibo sul tavolo.

La mia organizzazione, Rotary, una rete globale di leader volontari impegnati a trovare soluzioni alle sfide mondiali più pressanti, è al corrente del problema, e in tale senso abbiamo gli strumenti per fare qualcosa a riguardo. Con circa 1,2 milioni di soci che fanno parte di 34.000 club in oltre 200 Paesi e regioni del mondo, il Rotary ha “gente sul posto” nelle comunità bisognose e in quelle capaci di aiutare.

Di propria iniziativa, i Rotariani impegnati nel campo delle carenze alimentari hanno formato due gruppi internazionali molto attivi: il Rotarian Action Group for the Alleviation of Hunger & Malnutrition, e il Food Plant Solutions Rotarian Action Group. Questi gruppi d'azione rotariana fanno da risorsa e assistono i club di tutto il mondo a collaborare e a intraprendere approcci sostenibili e efficaci per affrontare la questione della fame nel mondo.

Nel riconoscere l'importanza del far leva sulle risorse derivanti dalle partnership con organizzazioni con record comprovati in questo campo, il Rotary nel 2012 è diventata anche partner di servizio con la Global FoodBanking Network, per combattere insieme per i problemi quali la fame e le carenze alimentari attraverso banchi alimentari.

Rotary First Harvest, un ente di beneficenza sostenuto da un Rotary club a Seattle, Wash., USA, ha sviluppato un modo unico ed efficace per dare il supporto al concetto di banchi alimentari. Collaborando con produttori e distributori, Rotary First Harvest ogni anno raccoglie oltre nove milioni di libbre di prodotti agricoli freschi, che altrimenti andrebbero sprecati, e aiuta a consegnarli ai banchi alimentari locali e ai programmi di distribuzione che servono le famiglie bisognose.

I seguenti sono alcuni esempi di altri Rotary club impegnati a combattere la fame:

  • In Florida, USA, il Rotary club di Flagler Beach è co-fondatore della Family Food Co-op per distribuire cibo alle famiglie nelle aree rurali, identificate dalle scuole del posto. Una donazione di 30 USD aiuta a sfamare una famigli di quattro persone alla settimana, e i beneficiari sono incoraggiati a fare volontariato per aiutare i loro vicini.
  • In Australia, il Rotary Club di Brisbane Centenary ha lanciato la Beef Bank nel 2007, per distribuire carne fresca alle organizzazioni impegnate ad aiutare le famiglie locali. Una mucca da carne può produrre 500 libbre di carne, sufficienti a produrre 1.000 porzioni di cibo.
  • Dal 1998, il Rotary Club di Madrid, Spagna, collabora con gli alberghi del posto per raccogliere i pasti extra, che vengono distribuiti ai programmi alimentari locali per le famiglie bisognose. Le aziende di camion e di trasporto donano i veicoli per la distribuzione dei pasti.
  • I Rotary club dell'Ecuador hanno una partnership con il Banco de Alimentos Diakonia per fornire attrezzature, competenze e volontari per raggiungere le famiglie a basso reddito a Guayaquil, la più grande città del Paese.

Come sappiamo, non esiste una singola risposta all'enorme sfida presentata dalla fame e dalle carenze alimentari. La gente che soffre di fame dev'essere aiutata regolarmente, con soluzioni a lungo termine. Nel frattempo, noi dobbiamo preparare le basi per generare lo sviluppo economico continuo e sostenibile che aiuta a sollevare le comunità dalla povertà, e questo a sua volta è inesorabilmente collegato alla questione alimentare e ad altri problemi, incluso l'analfabetismo, la prevalenza delle malattie e la violenza.

Questo è ciò che fa il Rotary. E i Rotary club continueranno a lavorare con le organizazioni di base per identificare le esigenze comunitarie e a sviluppare soluzioni sostenibili e culturalmente appropriate. Se volete far parte di questo impegno, visitate rotary.org e contattate un Rotary club di zona. Scoprite cosa fanno i club di zona per aiutare ad alleviare la fame, a livello locale o internazionale. Donate o fate volontariato per un progetto di club per la lotta alla fame. Fatevi coinvolgere.

Ricordate questa semplice verità: Nessun bambino – in tutto il mondo – dovrebbe più soffrire di fame. 

John Hewko, Segretario generale, Rotary International

Rotary News

RSS