Rotary celebra 108° anniversario e progressi nell'eradicazione della polio

Il 108° anniversario del Rotary del 23 febbraio segna un anno che celebra i risultati ottenuti nella lotta per l'eradicazione della polio e il maggiore impegno mirante a completare l'impresa.

A livello mondiale, nel 2012 sono stati riportati 222 casi di polio, poco più di un terzo dei 650 casi segnalati nel 2011. Il 13 gennaio, l'India aveva segnato il suo secondo anno consecutivo senza nuovi casi di polio. Nel complesso, l'incidenza annuale di poliomielite è diminuita di oltre il 99 percento da quando la Global Polio Eradication Initiative è stata lanciata nel 1988. A quell'epoca la poliomielite colpiva circa 350.000 bambini l'anno.

Anche se il poliovirus selvaggio è ormai endemico solo in Afghanistan, Pakistan e Nigeria, potrebbe ricomparire e diffondersi in altri Paesi.

L'advocacy risulta tra le responsabilità principali del Rotary, per quanto riguarda l'impegno di eradicazione, ed è un elemento sempre più importante in questa seconda fase dell'impresa. Oltre a contribuire più di 1 miliardo di dollari a favore della GPEI, il Rotary ha contribuito ad assicurare l'impegno di oltre 9 miliardi di dollari dai governi donatori da quando è stata avviata l'iniziativa nel 1988. Il Rotary sta incrementando la sua attività di advocacy nei 200 Paesi e aree geografiche in cui sono presenti i Rotary club per incoraggiare i vari governi nazionali a contribuire a colmare il deficit di 700 milioni dollari (al 1° febbraio) nel finanziamento della GPEI fino alla fine del 2013.

I Rotariani del Canada, per esempio, hanno inviato diverse lettere per convincere i membri del Parlamento a sostenere l'eradicazione della polio. Nel mese di agosto 2012, Wilfrid Wilkinson, Presidente della Fondazione Rotary e Past Presidente RI, e Robert Scott presidente della commissione internazionale PolioPlus, entrambi canadesi, hanno preso l'iniziativa di scrivere una lettera al Primo Ministro Stephen Harper. Ogni Rotariano del Paese ha ricevuto una copia della lettera e un'altra che li incoraggiava a contattare i propri membri del Parlamento.

Nell'arco di appena tre giorni, Wilkinson aveva ricevuto il riscontro dei Rotariani che avevano trasmesso il messaggio al Primo Ministro o ad altri amici con incarichi nel governo.

A settembre, il governo canadese aveva annunciato l'iniziativa chiamata Pennies and More for Polio durante una riunione di alto livello sulla polio presso l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Grazie all'iniziativa, la Canadian International Development Agency e la Bill & Melinda Gates Foundation stanno contribuendo ciascuno 1 dollaro canadese a favore della GPEI per ogni dollaro raccolto dai Rotariani canadesi, fino ad 1 milione. Prima della fine del mese di dicembre, i Rotariani avevano già superato l'ammontare massimo di equiparazione di 1 milione, raggiungendo un totale complessivo di 3 milioni di dollari a favore della GPEI.

Inoltre, i Rotariani canadesi hanno invitato i loro rappresentanti parlamentari alle riunioni del club. I Rotariani di tutto il mondo possono unirsi agli sforzi di advocacy parlando ai loro rappresentanti di governo, agli imprenditori e agli amici dell'iniziativa di eradicazione della polio. Ecco tre idee per facilitare i contatti:

  • Condividere articoli sull'eradicazione della polio, come quelli del Rotary Media Center, che attirano l'attenzione sul ruolo del Rotary e sulla necessità del sostegno.
  • Utilizzare la grafica disponibie su www.endpolionow.org per mostrare l'importanza di porre fine alla poliomielite.
  • Invitare un parlamentare a parlare ad una riunione di club e approfittare dell'occasione per sottolineare l'impegno del Rotary a favore dell'eradicazione della polio. Dare al relatore un omaggio con la tematica della polio, ad esempio una spilla End Polio Now o una foto incorniciata di un bambino che riceve il vaccino antipolio, e un certificato che riconosce il contributo al programma PolioPlus da parte del relatore.

"Avete ricevuto la più grande opportunità nella storia a porre fine a questa malattia", ha dichiarato Bruce Aylward, assistente direttore generale di Polio, Emergencies and Country Collaboration presso l'Organizzazione Mondiale della Sanità, in occasione del suo intervento all'Assemblea internazionale del Rotary a gennaio. "Possiamo completare l'impresa solo con la leadership del Rotary".

 

Rotary News 

21-Feb-2013
RSS