Soluzioni d'ingegneria idraulica in America Latina

High school students from the Builders Beyond Borders program help install pipes that will carry water to the mountain town.
Referenze foto Photo by Tony Riggio

Il villaggio di Tingo Pucará, arroccato tra le aspre montagne della parte centrale dell'Ecuador, non sembra prestarsi all'ispirazione. Ma Tony Riggio non dimentica mai di portare con sé la sua macchina fotografica, e le sue foto di Tingo Pucará illustrano che cosa può succedere quando i Rotariani e altri giovani s'impegnano insieme ad un progetto idrico.

Riggio è stato alla guida di spedizioni giovanili in America centrale e America del Sud dal 2001, da quando sua figlia ha partecipato ad un programma del gruppo Builders Beyond Borders (B3) , un'organizzazione no-profit con sede nel Connecticut , USA. Tra i progetti realizzati: rifugi anti-uragano nella Repubblica Dominicana, ponti in Nicaragua e aule scolastiche in Costa Rica; acqua e servizi igienici sono sempre tra i componenti principali di ogni progetto.

"A volte la gente non crede ai tuoi racconti sulle condizioni da queste parti dell'America Latina ", ha dichiarato Riggio, socio del Rotary Club di Westport . "L'acqua è davvero un bene prezioso".

Nell'aprile 2011 Tony si era recato a Tingo Pucará - uno dei cinque siti del progetto B3 nell'Ecuador - per costruire acquedotti nell'ambito di un'iniziativa congiunta insieme al Peace Corps degli Ingegneri Senza Frontiere. Il villaggio si trova a 3840 metri d'altezza sul livello del mare, e la sorgente più vicina si trova a circa 1493 metri, lungo un ripido sentiero.

Storicamente, a causa della mancanza di acqua potabile e di terreni coltivabili, gli uomini di Tingo Pucara si trasferivano in pianura per trovare lavoro, lasciando le donne a trasportare l'acqua per cucinare, lavare e bere. Prima di questo progetto, le 26 famiglie del villaggio avevano a disposizione appena 15 minuti di acqua corrente al mese, fornita da una zona vicina.

Gli ingegneri hanno progettato un sistema di pompaggio per attingere l'acqua dal ruscello della sorgiva e la squadra B3, composta da studenti delle scuole superiori e da assistenti adulti, hanno lavorato con i residenti del posto per installare tubature che adesso portano l'acqua corrente nelle loro case.

"Per i nostri ragazzi, il progetto non sembrava molto gratificante; ma l'ultimo giorno, quando abbiamo aperto i rubinetti, il loro atteggiamento è cambiato ", ha spiegato Amy Schroeder - Riggio , direttore esecutivo della Builders Beyond Borders e moglie di Tony. "Quando si lavora a un progetto idrico e si scava la fossa per le tubature che poi si ricopre nuovamente, è come se si nascondessero le proprie tracce. Ma con l'apertura dei rubinetti, con l'acqua corrente a disposizione, si prova una grande emozione, che fa venire le lacrime agli occhi".

La collaborazione con la rete mondiale dei Peace Corps e del Rotary aumenta la credibilità e facilita le relazioni, secondo Schroeder - Riggio. Nel 2008, la B3 aveva costruito una scuola per studenti con problemi di udito a San Marcos, Guatemala, con l'aiuto di un Rotary club locale. Quest'anno le squadre B3 collaboreranno con il Rotary Club di Georgetown, Guyana, per cinque progetti, tra cui la costruzione di centri sociali e di un ponte di sabbia che collegherà le isole costiere alle strutture mediche.

"Queste organizzazioni fanno girare il mondo", ha dichariato la Schroeder - Riggio. "E al centro ci sono i nostri ragazzi. Si tratta di costruire il loro carattere e il loro rapporto con questi programmi di leadership. E questo si allinea molto bene con il Rotary".

Questa storia è stata pubblicata originariamente nel numero di marzo 2013 di The Rotarian

3-Sep-2013
RSS