Sud-Est asiatico dichiarato libero dalla polio

Scolari partecipano al rally organizzato dai Rotariani a Ghaziabad, Uttar Pradesh, India, per celebrare l'eradicazione della polio nel loro Paese.
Referenze foto Devin Thorpe

Il 27 marzo l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha certificato 11 Paesi del sud-est asiatico come liberi dalla polio, una dichiarazione lungamente attesa, anche perché cinque anni fa in India si contava circa la metà dei casi di polio di tutto il mondo. L'ultimo caso di polio della regione è stato riportato a West Bengal, India, il 13 gennaio 2011.

“Questo risultato è una pietra miliare essenziale per la Global Polio Eradication Initiative [GPEI]”, ha dichiarato Dong Kurn Lee, Presidente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Rotary durante la riunione South-East Asia Regional Certification Commission for Polio Eradication dell'OMS a Nuova Delhi, India, il 27 marzo scorso. “Abbiamo battuto la polio nel sud-est asiatico e adesso dobbiamo fare altrettanto nel resto dell'Asia e dell'Africa”, ha poi concluso D.K. Lee.

La regione include Bangladesh, Bhutan, Corea, Indonesia, Maldive, Myanmar, Nepal, Sri Lanka, Tailandia e Timor-Leste. Gli oltre 1,8 miliardi di abitanti rappresentano il 25 percento della popolazione mondiale.

Il sud-est asiatico si unisce alla regione delle Americhe dell'OMS (1994), alla regione Ovest del Pacifico (2000) e alla regione dell'Europa (2002) nell'eradicazione della polio, realizzando un altro passo essenziale per un mondo libero dalla polio entro il 2018.

Le città altamente popolate, le popolazioni di lavoratori migranti e le condizioni igienico-sanitarie scadenti hanno rappresentato delle grandi sfide all'eliminazione di questa malattia dalla regione asiatica.

Il Presidente della Commissione PolioPlus dell'India, Deepak Kapur, ha  parlato dell'eradicazione della polio nel suo Paese come "un'impresa monumentale, che ha richiesto sforzi immani a tutti i livelli dal governo e dai partner mondiali”.

Inoltre, sono stati cruciali “gli enormi impegni di cooperazione, buona volontà e accettazione delle immunizzazioni da parte della comunità musulmana e tra i leader religiosi”, ha affermato Ashok Mahajan, past Amministratore della Fondazione Rotary. I Rotary club hanno ottenuto maggiore supporto grazie alla creazione di cliniche sanitarie gratuite per rispondere alle esigenze di base, come le immunizzazioni contro il morbillo, checkup, medicinali, vitamina A e occhiali da vista.

In Sri Lanka, sono state essenziali le tregue durante la guerra civile, per poter realizzare le Giornate d'Immunizzazione Nazionale (NID) negli anni 90. Come primo passo, i dirigenti del Rotary e dell'UNICEF stabilirono i primi contatti con le Tigri della liberazione del Tamil Eelam.

'La nostra non è una guerra contro i bambini' dichiarò all'epoca il capo del gruppo, dichiarando che, se Rotary e UNICEF erano in grado di persuadere il governo a interrompere la guerra per due giorni, anche i guerriglieri avrebbero abbassato le armi. Le sucecssive NID divvennero famose come Giornate di tranquillità.

In Bangladesh, Rotary, OMS e UNICEF hanno incrementato la consapevolezza del bisogno di eliminare la polio, motivando i genitori a vaccinare i bambini durante le NID. In Nepal, Rotary, il governo nazionale, l'OMS e l'UNICEF hanno collaborato da vicino per liberare il Paese dalla polio. La prima NID in Nepal si è svolta nel 1996, e l'ultimo caso di poliovirus selvaggio del posto è stato rilevato solo quattro anni dopo.

La sfida della GPEI adesso è eliminare la polio nei tre Paesi polio-endemici rimanenti: Afghanistan, Pakistan e Nigeria, dove il poliovirus non è mai stato interrotto. Negli ultimi tempi, le epidemie in Medio Oriente e nel Corno d'Africa hanno ricordato a tutti che, se la polio continua ad esistere, tutto il mondo è a rischio.

Rajendra Saboo, Past Presidente del RI ha dichiarato: “Adesso sta all'India condividere le lezioni apprese e le migliori prassi con gli altri Paesi che stanno ancora combattendo contro la polio, per poter proteggere i bambini, tutti i nostri bambini. Noi stiamo già facendo la nostra parte, assistendo in tutti i modi possibili...la vittoria dell'India contro la polio e la certificazione del sud-est asiatico come regione libera dalla polio sono arrivate al momento giusto, e faremo leva su questi enormi successi per dire che è necessaria un'ultima spinta, la spinta finale, per eliminare la polio dalla faccia della Terra”.

Più info, endpolio.org/it

Dona a End Polio Now

Advocacy per un mondo libero dalla polio

Più info sul piano per la spinta finale contro la polio

Rotary News

2-Apr-2014
RSS