Skip to main content

Retroscena dell'eradicazione della polio

Riflettori sulla polio a livello globale grazie ai Consulenti Rotary. Ecco come.

Al congresso Rotary di Atlanta, leader di tutto il mondo erano presenti per celebrare l'impegno storico di 1,2 miliardi di dollari in impegni per finanziare l'eradicazione della polio. Come è stato possibile raggiungere questo grande momento negli sforzi per l'eradicazione della polio?

Un gruppo di volontari del Rotary ha lavorato duramente dietro le quinte: i nostri consulenti nazionali PolioPlus hanno la missione di assicurare la presenza dell'eradicazione della polio nelle tabelle di marcia degli impegni di tutto il mondo. Questi volontari hanno fatto leva ai livelli decisionali più elevati, grazie a contatti e conoscenze, per ottenere fondi e supporto per eradicare la malattia.

Tutto il loro impegno ha avuto succecsso: dall'avvio del programma di promozione del Rotary nel 1995, sono stati ricevuti oltre 8 miliardi di dollari per eradicare la polio. Gli U.S.A. hanno il primato per investimenti cumulativi come donatore pubblico per l'eradicazione della polio, con un totale di 3 miliardi di dollari per l'anno fiscale 2017, grazie in gran parte alla leadership del Past Presidente RI James L. Lacy e ai membri della Polio Eradication Advocacy Task Force degli Stati Uniti. Anche i loro colleghi in tutto il mondo hanno fatto un ottimo lavoro.

“I consulenti nazionali hanno i contatti nei governi e tra gli organizzatori delle riunioni rilevanti”, secondo Michael K. McGovern, Presidente della Commissione internazionale PolioPlus. “A prescindere dal partito politico al governo, i Rotariani sono conosciuti e rispettati”.

Quest'anno, l'impegno di fondi non era la sola priorità. Collaborando con i nostri partner della Global Polio Eradication Initiative, i consulenti avevano l'obiettivo ambizioso di ottenere un impegno per l'eradicazione della polio dalle nazioni più potenti del mondo. I consultenti hanno visto vittorie politiche senza precedenti quando i ministri della sanità e i leader del G20, che rappresenta l'85 percento dell'economia globale, si sono impegnati ad aiutare a completare la nostra impresa per l'eradicazione della malattia. 

Il messaggio del Rotary per eradicare la polio sta raggiungendo alcune dei leader più importanti. Come hanno fatto a ottenere un tale risultato i nostri consulenti nazionali? Abbiamo parlato con tre di loro per scoprire le basi del loro recente successo.

Riflettori sulla polio a livello globale grazie a tre Consulenti Rotary

 

Gianni Jandolo

Rotary club: Adda Lodigiano, Italia

Background professionale: Headhunter per aziende del settore informatico

Background polio: Oltre cinque anni come consulente nazionale per l'Italia

Advocacy: “Non è sufficiente essere appassionati. Occorre anche conoscere le persone più importanti, il loro programma, inclusi i programmi nascosti. Occorre saper negoziare, persuadere ed essere diplomatici”.

 

Aprile

Jandolo ha rappresentato il Rotary alla riunione del C-7; ha dedicato la maggior parte delle sue due giornate a Roma in riunioni in persona con altri partecipanti, in particolare quelli interessati alla salute. Secondo Jandolo, il G-7 si è già impegnato per l'eradicazione della polio e adesso deve completare il suo impegno. Per la prima volta, il C-7 ha incluso l'eradicazione della polio tra le sue raccomandazioni sulle politiche.  

“Il C-7 ha cominciato a capire che il Rotary è tra i membri più importanti della società civica. Questa è una buona cosa”.

Maggio

Gianni Jandolo si è incontrato con Francesco Aureli, consulente per la squadra diplomatica sulle questioni sanitarie, per spingere il supporto per l'eradicazione della polio durante il prossimo G-7. Jandolo e Aureli si sono incontrati per la prima volta a Roma a luglio del 2016 e hanno instaurato una relazione amichevole.

  • Gruppi in primo piano

    G-7: Blocco informale di sette Paesi democratici industrializzati: Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti.

    C-7: Riunione tra organizzazioni dalla società civile ogni anno prima del Summit del G-7.

    G-20: Forum di 19 Paesi avanzati ed emergenti, più l'Unione Europea.

    C-20: Riunione di organizzazioni della società civile prima del G-20.

    Assemblea Mondiale della Sanità: Riunione di una settimana dei ministri della sanità delle Nazioni Unite ogni maggio a Ginevra, per governare l'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Giugno

L'Italia ha preso l'impegno di 5 milioni di dollari per l'eradicazione della polio. Il Rotary ha inviato una nota di ringraziamento invitando vivamente il Paese a includere l'eradicazione della polio in una dichiarazione ufficiale dei leader del G-20.

Jandolo ha rappresentato il Rotary alla riunione del C-20 ad Amburgo, Germania. Thiemo Steinrücken, un membro della squadra diplomatica tedesca, ha riconosciuto la spilla End Polio Now di Gianni Jandolo e gli ha detto, sorridendo: “Presumo che sia del Rotary International e ci parlerai della polio!” Purtroppo, quest'anno l'eradicazione della polio non è stata inclusa nell'elenco delle raccomandazioni di politiche del C-20.

Rotary, la Bill & Melinda Gates Foundation e i rappresentanti di Paesi grandi donatori hanno annunciato 1,2 miliardi di dollari in nuovi impegni per l'eradicazione della polio al Congresso Rotary di Atlanta.

 


 

Judith Diment

Rotary club: Maidenhead Thames, Inghilterra

Background professionale: Gestisce un'azienda di pubbliche relazioni e pianificazione eventi 

Background polio: Ha aiutato a organizzare la promozione dell'iniziativa per la polio nel suo Paese  a partire dal 1996 – prima come consulente a pagamento e poi come consulente nazionale di advocacy, la posizione che ricopre dal  2010 e attualmente ricopre l'incarico di coordinatore della squadra globale dei consulenti.

Advocacy: “Quando incontro un ministro, gli dico sempre che sono una volontaria. Penso siano completamente increduli del fatto che noi facciamo tutto questo come volontari”.

Febbraio

Il 23 febbraio, anniversario del Rotary, Diment ha organizzato un ricevimento presso la House of Commons a Londra per celebrare il centenario della Fondazione Rotary e informare i partecipanti sull'eradicazione della polio. L'elenco dei 100 ospiti presenti includeva membri della House of Commons e della House of Lords, ambasciatori e alti commississari da Paesi dove si svolgono le attività di eradicazione della polio, e grandi donatori. 

“Lavoro per l'advocacy da oltre 20 anni e, in questo senso, sono molto conosciuta in Parlamento; ho una buona base di contatti”.

Maggio

Diment ha incontarto Heulwen Philpot, un membro della squadra diplomatica britannica e ha sollecitato l'inclusione della polio nel comunicato del G-7, un elenco di impegni non vincolanti per i governi partecipanti.

Sempre lo stesso mese, all'Assemblea Mondiale della Sanità, Diment ha fatto un discorso di tre minuti sull'eradicazione della polio davanti ai ministri della sanità da tutti i Paesi membri dell'ONU e questo privilegio le viene concesso a causa dello stato di consultazione che il Rotary ha con l'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Anche se l'eradicazione della polio è stata menzionata in precedenza nel comunicato del G-7, non è stato incluso nella dichiarazione del 2017, che affrontava argomenti quali i refugi e il cambiamento climatico.

Giugno

Prima delle ultime elezioni di giugno in Gran Bretagna, gli amministratori avevano sospeso ogni decisione finanziaria, inclusi annunci sull'impegno per l'eradicazione della polio con gli altri donatori al Congresso Rotary. Diment, che conosce il Primo Ministro Theresa May da oltre 20 anni, le ha inviato un'email per informarla degli impegni finanziari presi dai donatori al congresso.

Agosto

Il Segretario di Stato per lo Sviluppo Internazionale Priti Patel ha annunciato un impegno della Gran Bretagna di 100 milioni di sterline, portanto il totale degli impegni mondiali a 1,3 miliardi. La settimana dopo, Diment ha incontrato Patel per ringraziarla, e ha invitato tutti i soci dei club britannici di scrivere ai rispettivi rappresentanti in Parlamento per ringraziarli per l'impegno, invitandoli anche all'evento per la Giornata Mondiale della polio ad ottobre.  

“Si tratta di un dialogo continuo con tutte le audience che dobbiamo influenzare”.


 

Marcelo Haick

Rotary club: Santos-Praia, Brasile 

Background professionale: Medico, specialista di medicina occupazionale 

Background polio: Oltre a ricoprire il ruolo di consulente nazionale del Brasile dal 2014, Haick rappresenta Rotary nella Commissione del Brasile per l'eradicazione della polio ed è il Coordinatore di Zona End Polio Now.

Advocacy: “L'advocacy dev'essere proattiva per avere influenza, ma essere fortunati aiuta sempre”.

Febbraio

Il nuovo Ministro degli Esteri del Brasile, Norberto Moretti, è membro della squadra diplomatica per il G-20. Durante una riunione tar il ministro e Haick, la dottoressa Marise Ribeiro Nogueira, consulente del ministro, ha detto ad Haick di essere stata una borsista Rotary 20 anni prima. 

“Abbiamo trovato in lei un'alleata in quell'ufficio”.

Aprile

Il Ministro della Sanità del Brasile Ricardo Barros ha inviato una dichiarazione per incoraggiare altri Paesi a sostenere l'eradicazione della polio durante la prima riunione in assoluto dei ministri della sanità al G-20. Haick e Barros si sono conosciuti l'anno scorso, grazie ai contatti del Rotary, all'Istituto di zona Rotary, Haick ha scoperto che Mauro Carvalho Duarte Jr., all'epoca governatore eletto del Distretto 4630, era un grande amico di Barros. 

Maggio

Barros ha chiamato personalmente Haick per confermare il suo impegno per la campagna. Mentre Haick ha molti incontri con ufficiali governativi ad alto livello, ricevere una chiamata diretta da Barros lo ha sorpreso.

Giugno

I ministri della sanità del G-20 jammp riconosciuto nel loro comunicato "l'opportunità storica di contribuire all'eradicazione globale della polio". I ministri si sono concentrati in particolare su “sistemi sanitari solidi, sostenibili e resilienti”, in cui infrastrutture e risorse umane della Global Polio Eradication Initiative hanno un ruolo importante. Le raccomandazioni dalla riunione possono influenzare le decisioni al prossimo summit del G-20 ed aiutare a sostenere i continui sforzi di advocacy del Rotary con i singoli stati membri.

Luglio 

Il Canada, un sostenitori di lunga data dell'eradicazione della polio, gioca un ruolo importante nel mettere in primo piano la questione nel programma per il G-20. Per la prima volta, i leader del G-20 hanno preso l'impegno di “lottare per la completa eradicazione della polio” nella loro dichiarazione unanime finale, dopo il summit svoltosi ad Amburgo. Anche se la dichiarazione non è legalmente vincolante, consente di dar forma alle future politiche dei Paesi coinvolti.


Gruppi in primo piano

Polio Eradication Advocacy Task Force degli Stati Uniti:

Anne L. Matthews | Presidente

John D. Salyers | Vice presidente

Barbara M. Finley 

Ralph D. Munro 

John L. Sever 

C. Grant Wilkins 

Mary Beth Growney Selene | Rappresentante degli Amministratori

Consulenti Advocacy Nazionale PolioPlus:

Judith A. Diment | Coordinatore

Ekkehart Pandel | Vice coordinatore

Brian Knowles | Australia

Franz Zeidler | Austria

Michel Coomans | Belgio

Marcelo D. Haick | Brasile

Wilfrid J. Wilkinson | Canada

Jørgen Eeg Sørensen | Danimarca

Matti Honkala | Finlandia

Christian Michaud | Francia

Hildegard Dressino | Germania

Daniel P. Fay | Irlanda

Gianni Jandolo | Italia

Kazuhiko Ozawa | Giappone

Dong Kurn Lee | Corea

Dony Calmes | Lussemburgo

Jacobus Iseger | Paesi Bassi

Stuart J. Batty | Nuova Zelanda

Bjørg Månum Andersson | Norvegia

Henrique Manuel Correia Pinto | Portogallo

Jesus Maria Martelo Ortiz de Zarate | Spagna

Oliver Rosenbauer | Svizzera

Gary C.K. Huang | Taiwan

Şafak Alpay | Turchia

Judith A. Diment | Regno Unito