Gruppo d'Azione Rotariana aiuta Paesi con coltivazioni indigene

Bruce French at a market in the Solomon Islands, where Learn Grow launched a local foods project.
Referenze foto Photo courtesy of Food Plant Solutions Rotarian Action Group

L'australiano Bruce French mangia prodotti locali da 35 anni, molto prima che diventasse una moda culinaria. Adesso, Bruce collabora con i Rotariani per aiutare i Paesi con problemi alimentari a fare la stessa cosa.

French ha fondato una ONLUS, Food Plants International, che ha una banca dati di oltre 25.000 piante alimentari, incluse descrizioni, liste di Paesi e tipi di clima, foto, disegni e ricette.

“Ci sono migliaia di piante nutrienti, ma la gente non le conosce”, secondo Buz Green, un agronomo e socio del Rotary Club di Devonport North in Australia. “Stiamo di colmare alcune di queste lacune”. Green ha lanciato il progetto Learn Grow con French nel 2007, per aiutare gli abitanti dei Paesi in via di sviluppo a coltivare cibi locali, che rispondono alle loro esigenze alimentari.

Il progetto riceve il supporto del club di Devonport North e del Distretto 9830. Nel 2011, il Consiglio centrale del RI ha riconosciuto il Gruppo d'Azione Rotariana Food Plant Solutions, i cui 195 membri stanno dando il supporto a Learn Grow. Il Past Consigliere RI John Thorne è il presidente del gruppo.

“Le squadre di Rotariani nei Paesi in via di sviluppo identificano fame, malnutrizione e sicurezza alimentare come questioni chiave”, secondo Green. “Le squadre cercano di trovare soluzioni occidentali per rispondere a questioni inerenti la produzione alimentare”.

Il problema, secondo lui, è che le coltivazioni occidentali non hanno le condizioni nutrizionali corrette per gli abitanti dei Paesi in via di sviluppo, la cui dieta soffre di mancanza di varietà. Le coltivazioni indigene possono permettere loro di mangiare cibo più nutriente e sono già adatte agli insetti, alle malattie e alle condizioni climatiche locali.

“Quasi tutte le donne dei Paesi tropicali sono anemiche”, ha dichiarato French. “Se portiamo loro dei cavoli, la situazione peggiora dieci volte di più”.

Nel 2010 Learn Grow ha lanciato un programma pilota nelle Isole di Solomon, con la produzione di piante locali, guide per la coltivazione locale, e un libro sulle coltivazioni per gli alunni e i gruppi comunitari. Le organizzazioni locali hanno offerto il supporto e hanno trasmesso le informazioni, mentre gli agronomi hanno offerto il supporto tecnico. La squadra del progetto ha ricevuto richieste da 20 Paesi in via di sviluppo. Adesso, è in corso un altro progetto nella Corea del Nord, dove un Rotariano canadese farà da specialista.

I principi della dieta locale stanno avendo successo nel mondo occidentale, secondo French. "I miei figli e tante altre persone pensavano che fosse tutto molto strano, 35 anni fa. Adesso, sono diventato 'trendy' per la mia generazione”.

Articolo già pubblicato nel numero di giugno 2012 della rivista The Rotarian.

6-Aug-2013
RSS