Nelson Mandela, alleato per la pace e eradicazione della polio

Nelson Mandela immunizza un bambino durante un evento 'Kick Polio Out of Africa' nel 1996.

Nel 1996, le immunizzazioni in Nigeria e altri Paesi africani non erano affato di routine. La mancanza di fondi e le molteplici priorità sanitarie impedivano l'inclusione della polio nell'elenco per l'elargizione di fondi. La lotta per un'Africa libera della polio aveva bisogno di un promotore di spicco.

A quel punto, venne coinvolto Nelson Mandela. Herb Brown, presidente del Rotary nel 1995/1996, ricorda come aveva richiesto il supporto del leader sudafricano.

"Il Presidente Mandela ha ascoltato attentamente la nostra descrizione del problema", ricorda Brown. "Gli ho detto che solo lui aveva l'influenza per convincere i Paesi a riprendere le immunizzazioni".

Mandela accettò di aiutare. "Conosco il Rotary e tutte le opere che ha realizzato e tutto ciò che avete fatto mentre ero in carcere", dichiarò a Brown. Durante una conferenza stampa, con Brown al suo fianco, Mandela chiese a tutti i capi di stato dell'Africa di aprire le loro porte alle Giornate d'Immunizzazione Nazionale antipolio.

Mandela aiutò a lanciare la campagna Kick Polio Out of Africa lo stesso anno, insieme al Presidente RI 1996/1997 Luis Giay e al Presidente della Fondazione Rotary Rajendra Saboo. Quasi immediatamente, lo sforzo per l'eradicazione della polio in Africa tornò alla ribalta. Grazie alle partite di calcio e all'appoggio di celebrità africane, la campagna riuscì a creare consapevolezza della polio e aiutò a spingere oltre 30 Paesi africani a organizzare le prime Giornate d'Immunizzazione Nazionale.

Come riconoscimento del suo impegno vitale, il Rotary presentò a Mandela nel 1997 il Premio Rotary per la Comprensione internazionale che all'epoca era il più alto riconoscimento del Rotary. "Abbiamo scelto il Presidente Mandela per il suo significativo contributo alla pace mondiale, ai diritti umani e alla libertà", dichiarò Giay, aggiungendo che i Rotariani avevano particolarmente apprezzato "il suo grande supporto all'eradicazione della polio in tutta l'Africa".

Mandela ha dichiarato che "il premio era un tributo alle persone della nazione sudafricana 'arcobaleno' ". L'impegno del Rotary per l'eradicazione della polio 'ha mostrato la potenza della rete globale di persone che sono pronte ad arrotolarsi le maniche e impegnarsi per salvare i bambini del mondo da questa malattia paralizzante".

Mandela donò i 100.000 dollari del premio al Nelson Mandela Children's Fund.

Dopo la sua morte, i Rotariani del Sudafrica hanno lodato Mandela come "uno dei simboli più iconici del XX secolo della libertà ed equalità", "il padre della nazione" e "un leader del servizio".

"Mandela era un uomo che ha superato avversità inimmaginabili per emergere come uno dei più grandi leader del nostro tempo - e uno dei nostri più grandi filantropi . . . . [il suo] lascito di coraggio, determinazione e impegno ci ispirerà per sempre nei nostri impegni per realizzare un mondo migliore e più pacifico", ha dichiarato il presidente del Rotary Ron Burton.

Rotary News

13-Dec-2013
RSS