Al sicuro

Oltre 70 residenti sono impiegati dall'organizzazione A Save Haven come giardinieri in tutta Chicago. Neli Vazquez-Rowland (a sinistra), socia del Rotary Club di Chicago, ha fondato l'organizzazione insieme al marito.
Referenze foto ©Jean-Marc Giboux. All rights reserved. Not for reuse.

Per anni,  Angalia Bianca ha dormito in posti abbandonati a Chicago, ha rubato, si è drogata ed è finita in carcere diverse volte per furto, truffe, e possesso di narcotici. Ma, alla settima volta, è cambiato qualcosa. Bianca ha capito di volere una vita migliore, anche se non sapeva da dove cominciare.

Dopo essere uscita di carcere, ha cercato aiuto da un'organizzazione locale per senza tetto, A Safe Haven. 

Bianca ha seguito attentamente il programma, ha partecipato alle riunioni, ha superato gli esami sull'uso di droga e ha fatto volontariato.

“Mi hanno insegnato a fare tutto, come fare pulizie, fare da mangiare, insomma le cose che tutti danno per scontate”, ha dichiarato Bianca.

A Safe Haven è un network che si occupa delle cause alle basi del problema: insegnando ai residenti tutte le doti necessarie per vivere senza l'uso di droghe e alcolici. Neli Vazquez-Rowland, socia del Rotary Club di Chicago, e suo marito Brian Rowland, hanno fondato l'organizzazione 20 anni fa. Sotto la loro guida, oltre 50.000 clienti hanno seguito un programma che include cure, assistenza sanitaria e collocamento nel campo del lavoro.

Storia personale

I Rowland non avevano esperienza nel campo sociale, ma avevano una motivazione personale per creare l'organizzazione. Agli inizi degli anni novanta, dopo tanti successi nel campo finanziario, la loro vita prese una brutta piega a causa dell'alcolismo. I due potevano permettersi tutte le cure mediche costose necessarie, ma si resero conto immediatametne che non era lo stesso per i tossico-dipendenti che finivano in carcere.

“Abbiamo capito quanto eravamo fortunati ad avere le risorse necessarie per le cure necessarie”, ha dichiarato Vazquez-Rowland. “Ho visto in prima persona le disparità tra le persone con le risorse necessarie e quelle senza. Se hai soldi, puoi farti curare, puoi farti difendere in corte, puoi rimetterti in piedi e non perdere il lavoro. Ma questo non succede a chi abita in quartieri poveri e che, quando vengono arrestati, finiscono in carcere”.

Nel 1994, i Rowland comprarono e ristrutturarono un palazzo abbandonato. Il piano era di affittare gli appartamenti per un anno a persone sotto cura da dipendenze varie, e alla ripresa del mercato edilizio, avrebbero venduto l'edificio. Ma, con l'arrivo di tante persone bisognose di cure e servizi, i Rowland si resero conto che potevano aiutare a trasformare le vite di tanta gente.

A Safe Haven

La coppia creò la fondazione A Safe Haven, finanziando personalmente le cure di migliaia di persone, mentre continuavano a lavorare nel campo degli investimenti. Dopo cinque anni, i Rowland si resero conto che questo non era sostenibile.

Nel 1999, dopo uno studio condotto dalla Northwestern University, con i dati necessari per richiedere finanziamenti esterni, i due firmarono il primo contratto, con l' Illinois Department of Corrections, per fornire alloggi transitori ad ex-carcerati non violenti.

All'epoca, Vazquez-Rowland decise anche di lasciare la sua carriera. “Abbiamo avuto una rivelazione. Ci siamo chiesti: che facciamo? Rimaniamo nel campo delle finanze, o aiutiamo il prossimo?”

Dopo ventanni, A Safe Haven ha 28 sedi in tutta l'aera metropolitana di Chicago, in edifici precedentemente abbandonati.

Da senza tetto all'indipendenza

Vazquez-Rowland ha scoperto che non esiste un approccio singolo ai servizi per i senza tetto. Alcuni clienti earno pronti a traslocare immediatamente, ma non riuscivano a trovare casa a causa della fedina penale sporca, o per mancanza di credito. Alcuni avevano difficoltà a trovare impiego dopo il carcere, mentre c'erano anche intere famiglie che arrivavano per la prima volta a cercare alloggio, perché avevano perso casa, o avevano perso il lavoro.

Per rispondere a questi problemi, A Safe Haven ha sviluppato delle Social enterprise ventures per impiegare i suoi partecipanti, ad esempio nel campo del catering, deto employ its graduates. These include catering, giardinaggio, ecc.

La sede centrale si trova a North Lawndale, uno dei quartieri più poveri di Chicago. Nell'edificio, un adolescente spiega come l'organizzazione lo ha aiutato a riallacciare i contatti con suo padre. Un'anziana che ha completato il programma saluta gli amici, prima di andare ad abitare nel suo nuovo appartamento. Un ragazzo si avvicina a Vazquez-Rowland nella mensa per ringraziarla per avergli salvato la vita.

Vazquez-Rowland non riesce ad andare da nessuna parte nell'edificio senza che qualcuno la chiami e la saluti, e anche lei conosce tutti per nome!

“Questo è il lavoro più gratificance al mondo”, ha dichiarato Rowland. "Stiamo salvando vite!”

Da un articolo comparso nell'edizione di febbraio 2014 della rivista The Rotarian

25-Feb-2014
RSS