Clinica in Messico aperta a prescindere da guerre alla droga e crisi economica

A circa 300 miglia a sud di Ciudad Juarez, si trova la piccola città di Guerrero, al centro dello Stato di Chihuahua. La comunità ospita la Clinica Guerrero, dove i poveri vengono assistiti dal 1980, a prescindere da guerre al traffico di droga e crisi economiche.

Walter Branson, un socio del Rotary Club Brazosport, Texas, collabora con la clinica dal 1983. Secondo il governatore dello Stato di Chihuaua, la clinica fornisce assistenza medica ad oltre il 60 percento delle popolazioni indigene dello Stato.

Le guerre alla droga in Messico, cominciate nel 2006, hanno allontanato i volontari statunitensi dalla clinica, portando il totale a 20 dai 50 volontari iniziali. Nel 2010, la clinica è stata chiusa per sei mesi, a  causa di un divieto di viaggio in Messico da parte del Dipartimento di Stato americano. Nonostante l'approccio riservato alla città, Guerrero non è pericolosa come alcune delle altre città di confine, Ciudad Juarez.

"Io dico sempre ai volontari che non li porterò in un'area dove ci sono problemi. Noi non rischiamo in questo modo", afferma Branson.

La clinica ha ricevuto il supporto non solo della comunità del posto, ma la copperazione dei Rotary club del sud-est del Texas e del Messico del nord.

La clinica apere le porte e offre assistenza sanitaria gratuita circa sei volte l'anno, concentando le cure sull'optometria, realizzando fino a 550 interventi alla cataratta ogni anno e non solo. La clinica offre interventi per palatoschisi, innesti epidermici, test di cancro e test alla mammella. Fino ad un massimo di 1.000 pazienti visitano la clinica durante ogni settimana di apertura.

Secondo Branson, alcuni pazienti viaggiano per oltre 1400 Km. per farsi visitare, e molti di loro lo fanno per il trattamento gratuito, come una coppia di genitori che ha portato il proprio neonato per un intervento di palatoschisi.

Mancanza di fondi

Con la crescita della clinica, sono cresciuti anche i costi di gestione. Per aiutare a finanziare la clinica, nel 2003, diversi club del Messico hanno formato una fondazione non a scopo di lucro, la Fundación Rotaria de Guerrero A.C.  La fondazione ha ottenuto dei finanziamenti attraverso un programma federale per l'assistenza medica, fino a quando il programma non è stato sospeso nel 2012.

Celso Reyes, del Rotary Club Torreón, dichiara che i club dei due Paesi hanno dovuto rinnovare le tattiche di raccolta fondi per recuperare la perdita di finanziamenti ed hanno anche presentato diverse domande di sovvenzione Rotary, ottenendo di recente una sovvenzione paritaria sponsorizzata da vari club del Messico. Inoltre, la clinica può contare su organizzazioni non rotariane, come Alcon Labs, per donazioni di forniture mediche.

"Una cosa è sentir parlare delle opere svolte, e un'altra è visitare la clinica, e vedere da vicino il cambiamento nella vita delle persone, come i pazienti che possono riacquistare la vista, o che si sottopongono ad un intervento di palatoschisi. Questa è un'esperienza davvero meravigliosa", ha affermato Reyes.

Visita il sito web e la pagina Facebook della Clinica Guerrero

Più info su come il Rotary combatte le malattie

Rotary News

2-Jul-2014
RSS