Skip to main content

Bill Gates delinea la spinta finale per la fine della polio

Skip to main content

Il relatore chiave del Congresso Rotary mette in risalto l'impegno storico e le sfide che restano per arrivare a zero casi di polio

 

di

Bill Gates, nel suo intervento il 12 giugno al Congresso del Rotary International, ha evidenziato gli straordinari progressi fatti verso la realizzazione di un mondo senza polio, e le sfide che restano.

Parlando al Georgia World Congress Center di Atlanta, USA, Gates ha ricordato al pubblico di oltre 24.000 partecipanti, ai quali sono stati distribuiti dei braccialetti a LED da indossare, che lo sforzo deve continuare ed essere rafforzato prima che i casi di polio possano essere ridotti a zero.

Chiamando la Global Polio Eradication Initiative (GPEI) il "più ambizioso sforzo singolare di sanità pubblica che il mondo abbia mai intrapreso", Gates, co-presidente della Bill & Melinda Gates Foundation, ha ripercorso le tappe storiche della lotta.

Per ogni successo, comprese le regioni del mondo dichiarate senza polio, le sezioni dell'arena sono state illuminate dai braccialetti a LED, rendendo i partecipanti partecipi interattivi della presentazione.

Gates ha ringraziato il Rotary per essere il catalizzatore e il partner visionario per porre fine alla malattia paralizzante in tutto il mondo. "Il Rotary ha gettato le basi senza perdere di vista il suo scopo e con la convinzione che tutto è possibile se ci metti mente e corpo", ha dichiarato.

Dall'inizio dello sforzo del GPEI, i casi di polio sono scesi drasticamente del 99,9 per cento, da quasi 350.000 casi all'anno a solo cinque casi rilevati quest'anno, un record. Il virus non è stato eliminato solo in tre Paesi: Afghanistan, Nigeria e Pakistan.

Gates ha notato che oltre 16 milioni di persone che sarebbero state paralizzate dalla polio oggi sono in grado di camminare. "La portata di questo impegno è fenomenale", ha aggiunto.

"La polio è la cosa su cui passo più tempo: ogni giorno leggo le mie email per vedere se ci sono nuovi casi", ha rivelato Gates. "Sono molto ispirato a fare parte di questo sforzo. E mi rende anche molto umile".

"È questo talento che generare nuove idee, imparare le lezioni e adattarle alle nuove circostanze che mi rendono ottimista", ha dichiarato Bill Gates al Congresso del Rotary International ad Atlanta.

John Cena, superstar del mondo del Wrestling, attore e ambasciatore End Polio Now  del Rotary, ha fatto da cerimoniere durante il momento delle promesse d'impegno nella sessione generale e ha elogiato il Rotary per la sua determinazione. "Sei stato i pionieri che hanno voluto dimostrare al mondo che questo obiettivo insormontabile poteva ssere superato", ha dichiarato Cena.

All'inizio della giornata, i leader dei Paesi di tutto il mondo si sono uniti insieme a Gates e al Rotary per fare una promessa d'impegno ad approntare nuovi fondi per colmare il divario di 1,5 miliardi di dollari necessari per finanziare lo sforzo finale per l'eradicazione della polio secondo le stime della GPEI. Il Rotary ha annunciato che sta aumentando il suo obiettivo annuale di raccolta fondi a 50 milioni di dollari. Da quando la Gates Foundation e il Rotary hanno cominciato a collaborare nel 2007, le due organizzazioni hanno raccolto quasi 1,5 miliardi di dollari per lo sforzo globale per l'eradicazione della polio.

Gates, che ha dichiarato che la sua priorità principale durante l'ultimo decennio è stata l'eradicazione della polio, riconoscendo che esiston ancora delle sfide, soprattutto nelle aree di conflitto dove la polio rimane endemica. "Una delle cose più difficili da fare è raggiungere tutti i bambini che hanno bisogno del vaccino antipolio", ha dichiarato. "Questo è particolarmente difficile da fare nelle aree del conflitto armato, perché è così difficile creare fiducia con tutti le parti interessate".

Ma Gates ha anche notato che l'Afghanistan, dove esistono ancora zone di conflitto, è praticamente senza il virus. "Questo è stato possibile perché gli operatori del programma [polio] hanno contribuito a far capire che l'unico modo per sbarazzarsi della polio è di superare divisioni politiche, religiose e sociali".

Con meno casi che mai, la sorveglianza e il rilevamento del virus diventa più difficile. "Per fermare completamente il virus, dobbiamo sapere dove si nasconde", ha detto Gates.

  • 1994.00

    le Americhe sono state certificate polio-free

  • 2000.00

    il Pacifico occidentale è stato certificato

  • 2002.00

    l'Europa è stata certificata polio-free

  • 2017.00

    esistono solo cinque casi in tre Paesi: Pakistan, Nigeria e Afghanistan

Una rete di 146 laboratori in tutto il mondo testa circa 200.000 campioni di feci per individuare il poliovirus ogni anno; il 99,9 per cento di essi sono negativi. Ma quella minima percentuale di risultati positivi aiuterà i funzionari sanitari a concentrarsi sulle attività di immunizzazione per impedire al virus di diffondersi. Inoltre, nei Paesi in cui la polio rimane endemica, 125 siti di rilevamento ambientale testano le acque reflue, perché il poliovirus può sopravvivere in quell'ambiente per un breve periodo.

Le innovazioni ispirate dagli sforzi di eradicazione della polio possono avere ampi benefici per altre campagne sanitarie globali, ha dichiarato Gates. Le tecniche come la mappatura delle comunità, la sorveglianza delle malattie e l'espansione del ruolo degli operatori sanitari aiuteranno le autorità sanitarie a individuare e contenere altre malattie infettive, come l'Ebola.

"È così emozionante l'impegno trentennale del Rotary", ha detto Gates alla platea. "Non state solo sradicando una delle peggiori malattie della storia; state aiutando anche i Paesi più poveri a fornire ai cittadini una migliore salute e un futuro migliore".

Ultime novità dal Congresso del Rotary International

Blog dal vivo Video recenti Copertura